Corso primo livello reiki metodo Usui a Barga


25 Luglio 2020 10:00
Corso primo livello reiki metodo Usui

Il Reiki è una tecnica giapponese, immediata e naturale, che, usando le proprie mani, permette di riequilibrarsi e ritrovare il benessere psichico e fisico; é così semplice che tutti possono impararla in un fine settimana, persino i bambini.Il Reiki non ha nulla a che vedere con religioni, sette e filosofie, ma è invece una semplice tecnica che chiunque può praticare. Più in particolare il Reiki è una semplice ed efficace tecnica di riduzione dello stress, di rilassamento e di ripristino della salute fisica attraverso l’uso della cosiddetta “energia universale”, ovvero l’energia che permea l’universo e costituisce il “mattone” fondamentale di ogni cosa vivente o inanimata, come ben ha descritto la fisica moderna. Il Reiki è spesso definito come una tecnica di auto-guarigione, in quanto, sebbene l’energia si possa trasmettere anche ad altre persone, viene in genere utilizzata principalmente dal reikista su di sé attraverso l’auto-trattamento. Proprio in questo sta la bellezza del Reiki: nella sua versatilità, nella possibilità di adattarne tempi e modi alle proprie esigenze ed al proprio stile di vita, come un dono fatto a se stessi. Molti sono i medici che raccomandano Reiki ai loro pazienti per migliorare le condizioni legate al loro stato di salute: alcuni chirurghi ricorrono ad operatori Reiki per effettuare trattamenti sui pazienti, prima, durante e in seguito ad interventi chirurgici. Anche in Italia la pratica del Reiki come medicina complementare sta sempre più diffondendosi: ad esempio, presso il Centro di Medicina Psicosomatica dell’Ospedale S.Carlo Borromeo di Milano e presso l’Ospedale Versilia dell’Azienda Sanitaria della Regione Toscana, Reiki è incluso nei servizi a pagamento.
Qui di seguito uno stralcio dell’articolo apparso il 2 febbraio 2007 nella cronaca di Torino de “La Repubblica” che parla dei risultati raggiunti al termine della prima fase della sperimentazione:
“(…) Dall’esperienza di altri paesi nel mondo, [il Reiki] è arrivato negli ospedali anche in Italia ed è stato sperimentato dai pazienti oncologici in un primo studio pilota effettuato al Coes, il centro oncologico delle Molinette. Il risultato è a dir poco sorprendente: il 98% delle persone trattate con il Reiki ha dichiarato di averne tratto un beneficio psicofisico. La sensazione descritta è di un sensibile calo dell’ansia soppiantata da un effetto di rilassamento generale, accompagnato da una piacevole sensazione di calore e da un notevole miglioramento dell’umore. (…)”
Non sono necessarie doti personali (diversamente dalla pranoterapia), tutti posseggono “l’impianto elettrico”, occorre solo connetterlo. L’elettricista che effettuerà la connessione è l’insegnante di Reiki, per mezzo di un’apposita tecnica Reiki applicata su ogni allievo singolarmente: tale momento viene chiamato in vari modi, per esempio “attivazione”, e da quel istante l’energia scorre attraverso l’allievo, che impara a farla partire e ad usarla. Per questo è così veloce imparare il Reiki: perché viene “dato”, più che imparato


Tags:
Con il Patrocinio di:
Comune di Abetone Cutigliano
E la partecipazione di:
Comitato per la Social Valley
Pro Loco Pian Degli Ontani
Eventi Montagna Pistoiese
2018 -2020
Questo sito utilizza WordPress